Strategia di un picnic

di Alessandra

La primavera è iniziata, le giornate sono piene di sole e la voglia di stare all’aria aperta cresce. Cosa c’è di meglio di un picnic?

Il picnic mi ha sempre evocato graziosi cestini, con tovaglietta a scacchi bianca e rossa, una buona bottiglia e stuzzicanti pietanze che non richiedano l’uso di forchetta e coltello, come: polpettine, piccole quiche Lorraine, tartine, paté, terrine e altre cose sfiziose.

Per organizzare un picnic perfetto si deve individuare la giusta ambientazione, munirsi di cuscini e un pratico telo da picnic, meglio se ha un lato impermeabile ed è leggermente imbottito, per evitare di rimanere incriccati ed esibirsi in un patetico siparietto quando è il momento di rialzarsi.

Il prato è un elemento fondamentale, sconsiglio luoghi con allevamenti di bestiame e pascoli nelle vicinanze, non è raro che insieme ai quadrupedi ci siano anche fastidiosi insetti, con i quali sarete costretti a lottare per tutto il tempo.

Si deve prevedere anche una zona ombreggiata che consenta di evitare il surriscaldamento di cibi, bevande e non ci faccia venire un’insolazione.

Oltre all’immancabile graziosissimo cestino, un altro elemento cardine è la borsa frigo, non c’è niente di più indisponente che bere del vino caldo (forse berlo in bicchieri di plastica caldi).

Dopo aver approntato meticolosamente il piano di battaglia, sarete esausti. Quindi proporrei di scegliere del vino appropriato, passare da un fornaio e munirsi di un gustoso assortimento di prodotti, come: taralli, minuscoli bocconcini di pane ai cereali, crostini, e così via e mettere nella borsa frigo una consistente varietà di formaggi. Non si dovrebbero dimenticare: le confetture, l’antico crostino toscano, il crostino al tartufo e del lardo al tartufo Number One Tuscany.

Godetevi la giornata

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

IMG_0918

Arriva l’inverno, è l’ora della polenta

Arriva l’inverno, il grigio ovatta il cielo e l’umidità s’insinua nelle pieghe del bavero facendoti rabbrividire. Il primo freddo è quello che arriva subdolo e colpisce senza preavviso, che ti fa contrarre i muscoli e accelerare il passo, che rende indispensabili bevande calde corroboranti e soprattutto ti fa sognare...

Leggi
42556416_10213215850813406_1993644821469724672_n

Pancakes veloci e marmellata Number One Tuscany

Mi sono svegliata e con grande delusione mi sono accorta che non avevo niente di pronto per fare colazione, niente biscotti, niente brioches, niente yogurt. Questo mi ha gettato nello sconforto per i primi due minuti. Poteva sembrare un inizio drammatico. Poi, ho aperto il frigo e ho visto...

Leggi
gratisography-141-thumbnail

Vita sedentaria

Se fate una vita sedentaria, avete poco tempo libero e quel poco che riuscite a ritagliarvi, preferite passarlo a bere aperitivi e leggere un buon libro accoccolati sul divano, piuttosto che sudare in palestra… vi adoro!!!! Se però cominciate a percepire che qualcosa non va, se dopo aver aperto...

Leggi

Chi scrive

155px

Alessandra

Food Blogger

Accedi alla scheda

La parola del momento

#aperitivo
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com