La forza vitale delle pietre e dell’eterna danza delle forme si rivela nei gioielli di Luciano Falzoni.

di Alessandra

Luciano Falzoni, nato nel 1955, grazie ai suoi studi ha affinato la sua capacità creativa, facendola camminare di pari passo con un percorso interiore. Correvano gli anni settanta, Luciano decise di partire leggero (soltanto con il suo cavallo) e innamoratosi della campagna Toscana vi si stabilì.

Il suo viaggio introspettivo lo fece approdare all’istituto buddista Lama Tzong Khapa di Pomaia, dove cominciò a lavorare nel laboratorio orafo. Questa esperienza è durata per circa diciotto anni nei quali non ha imparato soltanto a creare gioielli, ma ha svelato a se stesso come il macrocosmo e il microcosmo siano interdipendenti tra loro e seguano infinite armonie. Questo pensiero si manifesta in molteplici forme e “non forme”, come in un’eterna danza che segue una musica senza tempo. Nella creazione dei suoi gioielli Luciano racconta e trasmette ciò che ha appreso.

 

Avventurina, corniola, agata, ambra, onice, ametista, quarzo, turchese, corniola, calcedonio, opale, sono alcune delle pietre incastonate nei gioielli creati da Luciano Falzoni.

Le gemme forgiate dalla terra sono preziose per il nostro benessere psicofisico. La cristalloterapia è considerata da molti una tecnica di auto-guarigione, che ci aiuta, non solo a prendere consapevolezza di uno stato di disequilibrio, ma riesce anche a ripristinare armonia e salute.

Si pensa che l’energia emanata dalle pietre interagisca con quella del nostro corpo, attraverso delle impercettibili vibrazioni, che tendono a sincronizzarsi e riportare serenità.

Questa energia cambia con il colore, la forma e la natura chimica della pietra, e proprio per la sua specificità deve variare a seconda dei momenti della nostra vita.

Le pietre hanno diverse applicazioni e significati, che potete trovare facendo semplici ricerche, ci sono moltissimi testi che le descrivono, ma la scelta migliore resta sempre quella dettata dall’istinto.

 

 

 

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

IMG_0918

Arriva l’inverno, è l’ora della polenta

Arriva l’inverno, il grigio ovatta il cielo e l’umidità s’insinua nelle pieghe del bavero facendoti rabbrividire. Il primo freddo è quello che arriva subdolo e colpisce senza preavviso, che ti fa contrarre i muscoli e accelerare il passo, che rende indispensabili bevande calde corroboranti e soprattutto ti fa sognare...

Leggi
42556416_10213215850813406_1993644821469724672_n

Pancakes veloci e marmellata Number One Tuscany

Mi sono svegliata e con grande delusione mi sono accorta che non avevo niente di pronto per fare colazione, niente biscotti, niente brioches, niente yogurt. Questo mi ha gettato nello sconforto per i primi due minuti. Poteva sembrare un inizio drammatico. Poi, ho aperto il frigo e ho visto...

Leggi
gratisography-141-thumbnail

Vita sedentaria

Se fate una vita sedentaria, avete poco tempo libero e quel poco che riuscite a ritagliarvi, preferite passarlo a bere aperitivi e leggere un buon libro accoccolati sul divano, piuttosto che sudare in palestra… vi adoro!!!! Se però cominciate a percepire che qualcosa non va, se dopo aver aperto...

Leggi

Chi scrive

155px

Alessandra

Food Blogger

Accedi alla scheda

La parola del momento

#aperitivo
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com