La fantasia per arrivare al successo.

Come inventarsi un lavoro...

di Alessandra

Bicicletta creativa

La fantasia, o “pensiero magico”, così definito dagli psicologi, si rivelerà fondamentale per trovare la chiave del successo. L’immaginazione, la fiducia in sé stessi e l’impegno, possono fare la differenza.

Reinterpretare ai nostri giorni una realtà in continua evoluzione, che passo dopo passo, ha sgretolato le nostre certezze, non è semplice. In passato la strada per crearsi una minima stabilità economica era tracciata, chi si laureava poteva ambire a delle posizioni importanti, chi non aveva un titolo di studio, ma aveva voglia di impegnarsi, aveva di fronte a sé altri percorsi, che in ogni caso, l’avrebbero condotto ad una vita dignitosa e ad un lavoro sicuro.

Oggi non è più così.

Le fabbriche chiudono, le professioni che conoscevamo ormai non esistono. Il mondo cambia e sopravvive non solo chi si adatta, ma meglio ancora chi prevede, chi ha il coraggio di immaginare e di essere visionario.

Sognare non è solo un sollievo, ma un modo concreto per prevedere il futuro. Con la fantasia possiamo progettare cose nuove, arredare una casa, dipingere un quadro, assemblare ingredienti per una pietanza, ma anche crearci un impiego.

Il mondo non ha più confini definiti e noi possiamo avere orizzonti sempre più remoti. Con internet possiamo arrivare lontano, sfruttare questa enorme vetrina per farci conoscere e suscitare l’interesse di qualcuno che sta dall’altra parte del globo.

Se riusciamo a vedere quest’onda e invece di spaventarci ci “surfassimo” impavidi, con il vento salmastroso, che ci elettrizza, potremmo avere finalmente la possibilità di concretizzare i nostri sogni. Conosco molti artigiani che in passato hanno rinunciato ai loro progetti perché schiacciati da un ingranaggio produttivo, che dava sicurezza, ma al contempo costringeva a seguire qualcosa di stabilito e lentamente si sono abituati a credere che la fantasia non portasse da nessuna parte. Creare cose nuove, avere un’idea visionaria, ma anche semplicemente proporsi ad un pubblico più ampio, facendo vedere di cosa si è capaci è la chiave. L’immaginazione è in sostanza uno strumento di adattamento. Prefigurando scenari futuri e rielaborando alternative creative senza porci dei limiti ci possiamo inventare un lavoro e arrivare al successo.  

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

IMG_0918

Arriva l’inverno, è l’ora della polenta

Arriva l’inverno, il grigio ovatta il cielo e l’umidità s’insinua nelle pieghe del bavero facendoti rabbrividire. Il primo freddo è quello che arriva subdolo e colpisce senza preavviso, che ti fa contrarre i muscoli e accelerare il passo, che rende indispensabili bevande calde corroboranti e soprattutto ti fa sognare...

Leggi
42556416_10213215850813406_1993644821469724672_n

Pancakes veloci e marmellata Number One Tuscany

Mi sono svegliata e con grande delusione mi sono accorta che non avevo niente di pronto per fare colazione, niente biscotti, niente brioches, niente yogurt. Questo mi ha gettato nello sconforto per i primi due minuti. Poteva sembrare un inizio drammatico. Poi, ho aperto il frigo e ho visto...

Leggi
gratisography-141-thumbnail

Vita sedentaria

Se fate una vita sedentaria, avete poco tempo libero e quel poco che riuscite a ritagliarvi, preferite passarlo a bere aperitivi e leggere un buon libro accoccolati sul divano, piuttosto che sudare in palestra… vi adoro!!!! Se però cominciate a percepire che qualcosa non va, se dopo aver aperto...

Leggi

Chi scrive

155px

Alessandra

Food Blogger

Accedi alla scheda

La parola del momento

#aperitivo
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com