Il segreto delle cose fatte in casa…

di Alessandra

Quando ero piccola restavo inebriata dal profumo di crostata appena sfornata che proveniva dalla cucina di casa mia. Era come se una voce calda e suadente mi parlasse amorevolmente e mi trasportasse in un mondo di dolcezza.

Non so se l’amore per il cibo si eredita, come il colore degli occhi, oppure si apprende fin dai primi anni di vita, so che per me il cibo è amore, arte, conforto, allegria, festa ed espressione di uno stato d’animo. Forse lo devo a mia madre e a mia nonna, che vedevo cucinare non per routine, ma per il piacere di farlo. Non sto parlando di due cuoche superlative, ma di due amorevoli pasticcione.

Credo che cucinare sia esprimere se stessi. In effetti, a pensarci bene, mia madre e mia nonna erano molto diverse. La prima, sempre a cercare ricette nuove, sfogliando riviste, mia nonna invece, era ancorata alle sue vecchie ricette, sempre le stesse, che riuscivano a farle sentire ancora forte il legame con le sue origini veneto-austriache.

Le ricette di famiglia sono come le vecchie foto color seppia, sbiadite e consumate dal sentimento, ci fanno sentire ancorati, definiti, connotati da una storia antica, che ci appartiene e ci riscalda in un potente abbraccio.

Io custodisco ancora gelosamente il vecchio libro di ricette Artusi di mia nonna. Sulla pagina della ricetta dello “sformato della signora Adele” (che è sempre stato il mio cavallo do battaglia), restano le patacche di burro che feci quando ero piccola, come restano indelebili i miei ricordi di quei momenti passati insieme a creare fantasiose rivisitazioni (perché le ricette non mi venivano mai come ci saremmo aspettate).

Adoro pensare che al mio risveglio ci sia ad aspettarmi quel profumo che sentivo uscire dalla cucina quando ero bambina, per questo preparo biscotti e crostate alla frutta, mi fa sentire custode di una tradizione che tramanda amore e conforto.

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

IMG_0918

Arriva l’inverno, è l’ora della polenta

Arriva l’inverno, il grigio ovatta il cielo e l’umidità s’insinua nelle pieghe del bavero facendoti rabbrividire. Il primo freddo è quello che arriva subdolo e colpisce senza preavviso, che ti fa contrarre i muscoli e accelerare il passo, che rende indispensabili bevande calde corroboranti e soprattutto ti fa sognare...

Leggi
42556416_10213215850813406_1993644821469724672_n

Pancakes veloci e marmellata Number One Tuscany

Mi sono svegliata e con grande delusione mi sono accorta che non avevo niente di pronto per fare colazione, niente biscotti, niente brioches, niente yogurt. Questo mi ha gettato nello sconforto per i primi due minuti. Poteva sembrare un inizio drammatico. Poi, ho aperto il frigo e ho visto...

Leggi
gratisography-141-thumbnail

Vita sedentaria

Se fate una vita sedentaria, avete poco tempo libero e quel poco che riuscite a ritagliarvi, preferite passarlo a bere aperitivi e leggere un buon libro accoccolati sul divano, piuttosto che sudare in palestra… vi adoro!!!! Se però cominciate a percepire che qualcosa non va, se dopo aver aperto...

Leggi

Chi scrive

155px

Alessandra

Food Blogger

Accedi alla scheda

La parola del momento

#aperitivo
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com